Metro 4 aggiornamenti sui lavori di costruzione della nuova linea blu | Marco Granelli
Marco Granelli

Metro 4 aggiornamenti sui lavori di costruzione della nuova linea blu

Questa sera sono intervenuto all’incontro congiunto delle commissioni del Municipio 3 e 4 per aggiornare su M4. Ecco alcune delle cose che ho detto. Lo scavo delle gallerie avanza, ora sono completamente scavate da Linate a Dateo, 4,4 km per ciascuna, il 33% della lunghezza complessiva di ciascuna galleria (13,3 km.). Le TBM (le talpe) sono ferme per due settimane per manutenzione e ci scusiamo per i rumori notturni, ma questo lavoro deve essere effettuato velocemente, per farle ripartire e mantenere l’anticipo di circa un mese che hanno guadagnato.

Arriveranno a febbraio a Tricolore, da dove saranno tolte per lasciare lo spazio alle altre due TBM che scaveranno da Tricolore fino a Solari, sotto tutto il centro della città. Intanto nelle gallerie continuano a viaggiare i “conci” le parti prefabbricate che costituiscono la volta della galleria, e nell’altra direzione la terra scavata che viaggia sotto la città fino al cantiere di via Sereni/Mezzofanti da dove viene poi portata al Forlanini e da lì messa sui camion. In piazza Risorgimento si stanno detensionando i tiranti che sono stati lasciati da chi ha costruito i box sotterranei, per impedire danneggiamenti al prossimo passaggio delle TBM. I lavori stanno procedendo spediti e la piazza sarà restituita completamente alla città entro la fine di novembre 2017. Nell’incontro pubblico dello scorso febbraio 2017 ci eravamo impegnati a trovare una soluzione per garantire la continuità ciclabile di tutta la tratta e restituire ai cittadini il campo di bocce. Abbiamo preso appunti delle segnalazioni e proposte dei comitati e oggi abbiamo presentato le due fasi per realizzare la continuità ciclabile lungo Argonne, Susa. Plebisciti, Indipendenza, Risorgimento. Il primo tratto da via Marescalchi a Susa è in realizzazione e sarà aperto al pubblico entro fine ottobre. Il secondo tratto da Susa a Risorgimento è stato inviato alla società M4 dal Comune di Milano e sarà realizzato nei prossimi mesi: così sarà possibile viaggiare in bicicletta in sicurezza. In corso plebisciti il marciapiede a sud (dove non ci sono negozi e passi carrabili) sarà dedicato alle bici, l’altro a nord dove ci sono negozi e ingressi sarà esclusivo per i pedoni con archetti e cartelli a tutela dei pedoni. Più avanti in c.so Concordia dove non è possibile fare il percorso ciclabile, aggiungeremo dei paletti sul marciapiede a tutela dei pedoni e per contrastare il parcheggio abusivo. Le imprese stanno anche realizzando il campo di bocce in viale Argonne e sarà pronto a metà novembre 2017. Nel frattempo abbiamo rimesso in funzione l’illuminazione pubblica in diversi punti di viale Argonne e sarà a breve potenziata in Argonne vicino al campo di bocce e in Susa. Un’altro punto delicato è in via Mezzofanti e via Ardigò in prossimità della stazione Forlanini FS. Lì i lavori di potenziamento dell’illuminazione, nella parte a carico del Comune di Milano inizieranno a metà novembre 2017 e si concluderanno in 3 settimane circa. L’area vicina sarà bonificata e si cercherà nei prossimi mesi di rendere quell’accesso meno degradato. Il Comune ha confermato di realizzare la connessione ciclopedonale con il parco Forlanini e poi con Segrate: la società M4 dopo aver acquisito le prescrizioni AIPO sta ora progettando il ponte ciclopedonale sul Lambro.Nel fine settimana del 7 e 8 ottobre sono state decorate numerose cesate dei cantieri, da alunni delle scuole e genitori, da associazioni e da artisti, usufruendo del bando e del contributo del Comune di Milano. Fra 15 giorni saranno anche realizzate le cesate istituzionali, con le indicazioni dei luoghi della metropolitana e degli esercizi commerciali, sulle cesate dei cantieri Tricolore, Dateo e Argonne, come condiviso nei sopralluoghi di luglio scorso.

Nel mese di novembre e dicembre 2017 inizieremo a trovarci per il tavolo che costituiremo insieme ai Municipi e al mio assessorato insieme a quello all’urbanistica per ragionare di due ulteriori passaggi: le prime restituzioni delle aree di cantiere e come i viali torneranno ad essere dopo il 2022. Completato infatti lo scavo delle talpe nell’intera tratta fino a Tricolore sarà possibile iniziare a restituire alla città alcune aree nella seconda metà del 2018 a partire da una parte del cantiere del manufatto Argonne (vicino al campo bocce) e dal passaggio tra il lato sud e nord di viale Argonne all’altezza di via Pietro da Cortona. Rimarrà invece così il cantiere di Dateo, fino a circa tutto il 2021. Restituendo alcune aree sarà possibile aumentare i passaggi, gli spazi verde e di gioco e le aree cani. Grazie ai due Municipi con i quali lavoriamo insieme per far procedere questa importante metropolitana che aiuterà a togliere tante auto e tanto smog dalla città, e per mitigare l’impatto dei cantieri; e grazie ai cittadini, commercianti, comitati che ci segnalano i problemi, suggeriscono ipotesi e proposte. Insieme Istituzioni e cittadini possiamo aiutare la nostra città a competere in Europa portando qui da noi più lavoro e a vivere meglio.