Il termovalorizzatore Silla 2 | Marco Granelli
Marco Granelli

Il termovalorizzatore Silla 2

Sabato pomeriggio 11 novembre ho partecipato all’iniziativa promossa dal Comitato di Quartiere di Figino, insieme al Comune, ad A2A, AMSA e al coordinamento dei comitati milanesi. Un pomeriggio utile passato al termovalorizzatore Silla 2 di A2A. Un impianto importante e all’avanguardia per gestire quella parte di rifiuti prodotti da tutti noi e che non riusciamo a recuperare con il riciclo. Un pomeriggio per conoscere, capire, promuovere sempre maggiore tutela della salute di tutti noi. Per la nostra salute su questi temi sono necessarie tre scelte precise, che Comune di Milano e A2A-AMSA stanno perseguendo.

La prima ridurre la quantità di rifiuti che raggiunge l’incenerimento: nel 2017 Milano recupera il 53,6% di rifiuti, nel 2011 era il 34,5%, e nel 2021 vogliamo che diventi il 60%; per questo stiamo potenziando la raccolta differenziata a partire dai territori dei municipi 7, 8 e 9, con migliori modalità per raccogliere carta e cartone, e iniziando la raccolta differenziata nei mercati settimanali dei quartieri, e poi il progetto dei centri del riuso da abbinare alle riciclerie, dove poter bloccare i beni prima che diventino rifiuti. La seconda promuovere innovazione tecnologica per produrre calore in maniera differente, scegliendo modalità che producano sempre meno emissioni inquinanti nell’aria: potenziare il teleriscaldamento, alimentare il teleriscaldamento non solo con l’incenerimento dei rifiuti, ma anche prendendo il calore da altre fonti e metterlo a disposizione delle abitazioni dei milanesi togliendo le caldaie a gasolio, come ad esempio impianti industriali, acqua di falda (in collaborazione con MM servizio idrico), …. La terza migliorare tecnologicamente il termovalorizzatore Silla 2 per diminuire sempre più le sue emissioni che già oggi sono ampiamente sotto i limiti previsti dalla legge (NOx 37,3 rispetto ai 120 del valore guida, NH3 0,8 rispetto ai 5 del valore guida, polveri totali 0,09 rispetto ai 5 del valore guida).

Il protocollo sul controllo dell’impianto di Silla 2 è stato aggiornato e rifirmato da tutti gli enti e nei prossimi giorni si riunirà di nuovo il Comitato Tecnico Scientifico che così potrà verificare, approfondire e comunicare. nel Comitato ci sono i tecnici indicati dai Comuni, per Milano ci sarà il dott. Villavecchia, dirigente di AMAT, agenzia mobilità e ambiente del Comune di Milano. Il Comune di Milano, insieme agli altri Comuni (sabato erano presenti la sindaca di Pero, il sindaco di Cesano Boscone, l’assessore di Rho, un consigliere di settimo milanese) e alla Regione, continuerà a lavorare perchè migliori la qualità della vita e della salute dei cittadini, con i controlli, i miglioramenti tecnologici, le opere di forestazione e di miglioramento dell’ambiente circostante (come fatto insieme da Comune di Milano e A2A e AMSA con l’area vicino all’impianto e a Figino occupata dai rom che gestivano un traffico abusivo di rifiuti, ora sgomberato, pulito e recintato e che ora A2A riqualificherà e piantumerà). Sono certo che A2A, società di grande qualità, la cui maggioranza è di proprietà del Comune di Milano e del Comune di Brescia continuerà la grande azione e collaborazione attuata in questi anni, per produrre energia sempre più pulita. Avere quote importanti della proprietà e il controllo societario di chi produce e fornisce energia nei nostri territori è una grande opportunità, per migliorare la salute dei cittadini e il futuro delle nostre città.

Grazie al Comitato di quartiere di Figino e al coordinamento dei comitati, che sanno promuovere la partecipazione dei cittadini a questi processi, senza sconti per nessuno, ma con serietà e perseveranza. Altri sono pronti ad urlare sempre allo scandalo e al disastro: noi preferiamo chi non ci fa sconti, ma lavora per i fatti concreti.

Tutte le informazioni e i dati su Silla 2 sul sito del Comune di Milano